Primi incontri al Ministero della Salute per la stesura del nuovo piano quinquennale. Tra le priorità anche il rafforzamento dell’azione proattiva per essere sempre più in grado di intercettare il bisogno di salute dei cittadini e superare l’ottica basata sull’offerta e la definizione di indicatori omogenei, misurabili e robusti collegati al monitoraggio dei Lea.

Fonte: Quotidiano Sanità – 23 Ottobre 2018