Il Gruppo Dedalus opera nel mercato della sanità digitale anche grazie a partnership strategiche con i principali player internazionali, fra cui:

  • IBM, per progetti di tipo infrastrutturale e altamente innovativi come Artificial Intelligence e Deep Learning in ambito clinico e in particolare oncologico, al fine di costruire sistemi di supporto alla diagnosi
  • Apple, per progetti di tipo infrastrutturale e di innovazione nell’ambito della comunicazione con il paziente
  • Microsoft, per progetti di tipo infrastrutturale e di ricerca e innovazione, come la realtà aumentata in ambito clinico
  • HPE, DXC per progetti di tipo infrastrutturale
  • Philips, per le più recenti tematiche di Digital Pathology a livello nazionale e internazionale
  • Swisslog, per progetti di automazione della logistica di farmacia
  • Roche, Abbott, IL, Siemens per tutte le tematiche di integrazione della strumentazione analitica e per l’automazione di laboratorio
  • Zebra Technologies, per le tecnologie di identificazione e tracciabilità attraverso barcode, Rfid, Beacon

Collaborazioni strategiche sono altresì stabilite con Enti di Ricerca e di Standardizzazione, fra cui:

  • SDA Università Bocconi Milano, per la sessione di docenza del modulo eHealth all’interno del Master of International Health Care Management, Economics and Policy
  • Università Ca’ Foscari di Venezia, Consorzio Arsenal, Università degli Studi di Bergamo e Istituto Cefriel del Politecnico di Milano per partnership all’interno di progetti nazionali ed europei
  • Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali (IRPPS) del CNR di Roma, Laboratorio di Computer Sciences dell’Università Pierre et Marie Curie di Parigi, Dipartimento di Neuroscienze – Area del Farmaco e Salute del Bambino dell’Università degli Studi di Firenze, Dipartimento RITM dell’Università Paris-Sud e Dipartimento di Ingegneria industriale e dell’informazione dell’Università di Cagliari per studi, progettazioni e sperimentazioni in progetti regionali ed europei
  • Laboratorio DeHealth dell’Università della Calabria, Istituto di Robotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione e Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Siena e Università della Magna Grecia di Catanzaro per alcune iniziative di Ricerca e Sviluppo
  • IHE (Integrating Health Enterprise) per la partecipazione costante al board internazionale e agli eventi di certificazione Connectathon e per il contributo alla definizione di nuovi framework di collaborazione
  • HL7 (Health Level 7) per il supporto continuativo all’interoperabilità e alla collaborazione dei sistemi sanitari