Previste quattro classi di priorità per le prestazioni ambulatoriali (visite e analisi): Urgente entro 72 ore; Breve entro 10 giorni; Differibile entro 30 giorni per le visite o 60 giorni per le analisi; Programmata entro 120 giorni. Quattro classi anche per i ricoveri: A (casi gravi) entro 30 giorni; B (casi clinici complessi) entro 60 giorni; C (casi meno complessi) entro 180 giorni; D (casi non gravi) entro 12 mesi. Si conferma la possibilità di ricorrere all’intramoneia “aziendale” a carico dell’azienda come strumento “eccezionale e temporaneo” per abbattere le liste d’attesa.

Approfondimento: Testo nuovo Piano nazionale governo delle liste d’attesa

Fonte: Quotidiano Sanità – 4 Dicembre 2018