Il sindacato contro una delle misure previste dal Piano nazionale delle Liste d’attesa che prevede la possibilità per le Regioni di sospendere l’attività intramoenia in caso di liste d’attesa troppo lunghe. “Blocco intramoenia è illegittimo in quanto limita il diritto soggettivo del dirigente medico all’esercizio della libera professione intramuraria al di fuori dei casi e delle condizioni stabiliti dalla legge e dalla contrattazione collettiva, costituendo un illecito contrattuale con conseguente obbligo risarcitorio per i danni patrimoniali subiti dai dirigenti”.

Approfondimento: La Diffida

Fonte: Quotidiano Sanità – 9 Maggio 2019