È questo il quadro che emerge dal primo rapporto che fotografa lo status delle farmacie italiane. Servizi Cup ancora poco diffusi, test diagnostici solo per glicemia, colesterolo, trigliceridi ed emoglobina glicata. Scarsa anche la possibilità di trovare i servizi di telemedicina. Al palo anche il coinvolgimento nella medicina di gruppo e nell’Adi. Evidenziato anche come solo l’1% delle farmacie sia aperto di domenica. Quadro peggiore nelle aree interne così come molto lavoro è da fare per il supporto ai malati cronici.

Approfondimento: Abstract Rapporto

Fonte: Quotidiano Sanità – 20 Novembre 2018