Magi (Sumai): «È necessario seguire il paziente nella maniera giusta in modo tale da potergli garantire non solo l’aderenza terapeutica ma anche modificare la terapia in base a improvvise mutate esigenze».

Fonte: Panorama della Sanità – 19 Luglio 2019