Audizione della Corte dei conti sul Def 2018 alle Commissioni speciali della Camera e del Senato. La politica di riduzione della spesa di personale avrebbe dovuto essere accompagnata da una maggiore correlazione tra retribuzione accessoria e incrementi di produttività ed efficienza. Procede con difficoltà l’integrazione dell’assistenza primaria e delle cure specialistiche. Ampi margini di miglioramento devono ancora essere raggiunti nella continuità assistenziale in base alle condizioni e all’evoluzione delle malattie. Rischiano di aumentare la spesa dei cittadini e le diseguaglianze.

Approfondimento: Il testo dell’audizione

Fonte: Quotidiano Sanità – 9 Maggio 2018