Trend in Sanità

Presentato Mach, Centre for Multidisciplinary Research in Health Science

Il Centro è dedicato alle scienze bio-mediche con sede operativa al Policlinico di Milano.

Fonte: Panorama della Sanità – 19 Giugno 2019


Dossier Ticket. La spesa nel 2018 sfiora i 3 miliardi. In media 49 euro a testa

In vista della riforma del sistema di compartecipazione alla spesa contenuta nel Patto per la Salute ecco l’analisi degli ultimi dati della Corte dei conti sui costi sostenuti dai cittadini per i ticket nelle diverse Regioni. Rispetto al 2017 la spesa è tornata a crescere (+73,8 mln). In generale più elevata la spesa dei cittadini del Nord rispetto a quelli del Sud.

Fonte: Quotidiano Sanità – 8 Giugno 2019


Speranza di vita in Italia aumenta a 82,7 anni, + 2 anni rispetto al 2014. Dati Istat

Si riduce il divario tra uomini e donne: nel 2017 l’aspettativa di vita tra le donne è stata di 84,9 anni conto l’83,6 del 2014, per gli uomini il dato è salito a 80,6 anni contro i 77,9 nel 2014. Nel 2017 la distanza tra la città metropolitana di Napoli, in ultima posizione con 80,7 anni, e Firenze (84,0), prima insieme a Prato e Treviso, è di 3,3 anni.

Approfondimento: Il Documento

Fonte: Quotidiano Sanità – 30 Maggio 2019


Medico e paziente? Per comunicare sempre più mail o whatsapp

Ma a crescere è tutta la sanità digitale con una spesa annua di 1,39 mld. I numeri contenuti nel report annuale dell'Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano. Circa metà dei cittadini cerca in Internet informazioni su medici e strutture sanitarie. Meno di uno su cinque comunica con il medico via e-mail (19%), WhatsApp (17%), SMS (15%). Il 41% usa App o dispositivi wearable per monitorare lo stile di vita, uno su tre lo smart watch. Le mail lo strumento più utilizzato dai medici anche se cresce l’uso di WhatsApp.

Approfondimento: Le slide

Fonte: Quotidiano Sanità – 21 Maggio 2019


Iss: 30% degli italiani afferma di non godere di buona salute. Gap Nord-Sud in crescita

Lo rivelano i dati della Sorveglianza PASSI relativi al quadriennio 2015-2018. “I dati confermano e mettono ancora una volta in evidenza significative differenze sociali nella salute e nell’accesso alla prevenzione che si aggiungono alle differenze geografiche a svantaggio delle regioni del Sud e delle Isole, dove povertà e carenza nell’offerta di programmi di prevenzione e di servizi cura si concentrano”.

Fonte: Quotidiano Sanità – 16 Maggio 2019


I veri problemi dell’emergenza sanitaria in Italia

La carenza di personale dell’emergenza sanitaria è il fenomeno più evidente della situazione di grave crisi dei pronto soccorso nazionali. La situazione generale dal punto di vista dei professionisti che lavorano quotidianamente in pronto soccorso.

Fonte: Panorama della Sanità – 9 Maggio 2019


Farmaci. Nel 2018 aumentate del 37% le segnalazioni di sospette reazioni avverse in UE

Secondo l’Ema l'aumento è stato determinato dalla circostanza che a partire dal mese di novembre 2017, le autorità nazionali e i detentori di Aic hanno dovuto segnale oltre ai “casi gravi” di reazioni avverse anche quelli giudicati “non gravi”. La relazione dell’Ema, peraltro, evidenzia che, tra il 2017 e il 2018, il numero di segnalazioni provenienti dai pazienti e dai consumatori europei è quasi raddoppiato.

Approfondimento: Il rapporto EudraVigilance

Fonte: Quotidiano Sanità – 9 Aprile 2019


In Europa in media 7 persone su 10 si dichiarano in buona salute. Italia al 3° posto

Secondo l'analisi Eurostat tra gli Stati membri dell'Ue, la percentuale più alta della popolazione di età pari o superiore a 16 anni che ha percepito la propria salute come buona o molto buona è stata registrata in Irlanda (83%), davanti a Cipro (78%), Italia e Svezia (entrambi 77%), Paesi Bassi (76%) e Malta (75%). Più soddisfatti gli uomini delle donne.

Fonte: Quotidiano Sanità – 5 Aprile 2019


Spesa farmaceutica convenzionata. Numeri Federfarma: nel 2018 meno 4,1%

La Federazione dei titolari di farmacia pubblicano i dati sulla spesa per farmaci erogati dalle farmacie nel normale regime convenzionale. Prosegue il trend di diminuzione. Nel 2018, il calo è stato determinato da una diminuzione del -0,7% del numero delle ricette SSN e da una più consistente riduzione del valore medio della ricetta (netto -3,4%; lordo -2,7), conseguente alla diminuzione del prezzo medio dei farmaci prescritti in regime convenzionale (-2,7%).

Approfondimento: Il Documento

Fonte: Quotidiano Sanità -  4 Aprile 2019


E-health, il 60% degli italiani non è disposto a condividere i propri dati

Secondo il report “Tech4life” di Community Media Reasearch e Confindustria Dispositivi Medici cresce la consapevolezza su medicina preventiva e predittiva, ma resta alta l’attenzione sulla privacy

Fonte: Corriere delle Comunicazioni – 29 Marzo 2019