News dalla Direzione Tecnica

Open Source Day – Extra Red e il caso di Successo Dedalus “Cliente 0 per le soluzioni D4 in Cloud Ibrido”

Il 20 Novembre 2019 a Roma presso il Centro Congressi e successivamente il 3 dicembre a Milano nella giornata dedicata all’Open Source Day del MICO, Dedalus in collaborazione con Extra Red, ha presentato il caso di successo “Cliente 0 per le soluzioni D4 in Cloud Ibrido”.

Prima realizzazione nel mondo sanitario di un cloud ibrido con tecnologia a cointaner ovvero micro-servizi.

By design le componenti D4 di Dedalus sono abilitate ad architetture cloud per favorire l’ottimizzazione dei costi e dei tempi di provisioning.

La progettazione in cloud ibrido di “Cliente 0” ha consentito a Dedalus di sperimentare le performance generali delle proprie soluzioni, connettendo componenti di nuova generazione con applicazioni legacy – in un unico sistema di gestione.

Il caso d’uso del Cliente “0”, in stress testing ad ogni rilascio applicativo, ha presentato dei livelli di qualità interessanti, tali da rendere il modello replicabile e proponibile a Strutture Sanitarie che intendessero migrare gradualmente le proprie soluzioni su sistemi cloud pur dovendo, per un lasso di tempo, mantenere in esercizio alcune applicazioni legacy.

 

Ricordiamo che tale architettura prevede portabilità, orchestrazione e gestione dei carichi di lavoro. Vantaggi:

  • Consolidamento delle risorse
  • Provisioning rapido
  • Spostamento dei carichi di lavoro tra gli ambienti

 

Per maggiori informazioni: daniel.amodeo@dedalus.eu


Dedalus al Connecthaton IHE

Dopo il successo al North-American Connectathon di IHE USA a Cleveland lo scorso gennaio, dall’8 al 12 aprile i colleghi di Dedalus Italia e Dedalus Francia hanno partecipato al Connecthaton di IHE Europe, che si è svolto a Rennes, in Francia.

Il Connectathon IHE è il più grande evento di test d'interoperabilità per sistemi informativi in eHealth ed è ormai diventato un appuntamento fisso e un evento di riferimento per il settore. Quest'anno, Dedalus ha validato per X-Value il profilo Mobile Access to Health Documents (MHD), che permette l'accesso a risorse XDS attraverso interfacce RESTful; per la soluzione Kalisil il profilo Laboratory Testing Workflow (LTW), che permette di mantenere la coerenza delle informazioni relative agli ordini e ai pazienti, tracciare la raccolta e l'accettazione dei campioni; per la soluzione Halia il profilo Laboratory Analytical Workflow (LAW), che è destinato all'integrazione tra la strumentazione analitica (IVD) e i Middleware/LIS definendo i relativi workflow, come la gestione della programmazione degli strumenti e la ricezioni dei risultati.

Dedalus Francia, inoltre, ha preso parte ai due Projectathons organizzati da ASIP Santé: il primo, basato sullo scambio di note su protocollo FHIR; il secondo, sullo scambio di secure mail contenenti CDA R3 per i referti di laboratorio tramite implementazione del profilo IHE XDM.

Dedalus ha una lunga storia di partecipazione ai Connectathon IHE, dove ha presentato e validato oltre 35 profili d'integrazione nei domini Radiologia, IT Infrastructure, Laboratorio, Cardiologia e Farmacia ed è da sempre fortemente impegnata nel supporto e nella definizione degli standard in eHealth, sia a livello nazionale che internazionale. In particolare, nell'ambito IHE, Dedalus è presente ed è impegnata nei comitati IHE International (Chicago, USA), IHE Europe (Bruxelles, Belgio) e IHE Italia (Firenze).