Dossier, ricerche

Oltre 4 miliardi l’anno di agevolazioni fiscali per fondi integrativi e welfare aziendale

Per la Fondazione di Nino Cartabellotta a tanto ammontano le agevolazioni per i quasi 11 milioni di italiani iscritti ai fondi sanitari. Una massa di denaro che per Gimbe andrebbe reindirizzata nella sanità pubblica limitando le funzioni dei fondi alle sole prestazioni integrative. 

Fonte: Quotidiano Sanità – 25 Giugno 2019


IX Rapporto Rbm-Censis. Lea negati per 1 italiano su 3

Presentato al Welfare day l’annuale report sulla sanità pubblica, privata e intermediata. Le liste d’attesa sono “un calvario” e il 35,8% dei cittadini le ha trovate chiuse almeno una volta e per questo si rivolge al privato mettendo mano al portafoglio. La spesa privata sale così a 37,3 miliardi di euro: +7,2% dal 2014 (-0,3% quella pubblica). Vecchietti (Rbm): “Raddoppiare il diritto alla Salute degli italiani, istituzionalizzando la sanità integrativa, è una priorità ormai improcrastinabile e per farlo serve un Secondo Pilastro Sanitario aperto che si affianchi al SSN. Il Governo intervenga”.

Approfondimento: Le slide

Fonte: Quotidiano Sanità – 13 Giugno 2019


Rapporto Gimbe 2019: “Sanità pubblica cade a pezzi”

Fotografia impietosa nel 4° report della Fondazione sullo stato del Ssn. “Troppi Lea garantiti solo sulla carta, sprechi, inefficienze e chiari segnali di privatizzazione rendono infausta la prognosi del servizio sanitario nazionale. Senza un adeguato rilancio il disastro sanitario, sociale ed economico è dietro l’angolo, ma negli ultimi 10 anni nessun esecutivo ha avuto il coraggio di mettere la sanità pubblica al centro dell’agenda politica, né i cittadini sono mai scesi in piazza per difendere un fondamentale diritto costituzionale”. Da Gimbe le proposte per evitare la “catastrofe”. Grillo ribadisce: "Se ci saranno tagli mi dimetterò".

Approfondimento: Il Rapporto

Fonte: Quotidiano Sanità – 11 Giugno 2019


Spese sanitarie. Istat: nel 2018 ogni famiglia ha speso oltre 120 euro al mese

È quanto emerge dall’ultimo report che stima la spesa media mensile per consumi delle famiglie residenti in Italia che si è attestata a 2.571 euro. Pur in attenuazione, restano ampi i divari territoriali. Il differenziale maggiore è tra Nord-ovest e Isole (circa 800 euro). Le famiglie che vivono in una abitazione in affitto destinano oltre un quinto della loro spesa complessiva al pagamento del canone.

Approfondimento: Il Report

Fonte: Quotidiano Sanità – 11 Giugno 2019


Appena 200 mila i cittadini europei che si curano in altri Stati

È quanto emerge da una relazione della Corte dei conti europea che rileva come “deve essere meglio gestita per essere all’altezza delle proprie ambizioni”. Tra i problemi segnalati: scarsa conoscenza del diritto a ricevere assistenza sanitaria all’estero e ritardi nel campo dello scambio elettronico dei dati sanitari dei pazienti tra Stati membri.

Approfondimento: La Relazione

Fonte: Quotidiano Sanità – 5 Giugno 2019


XIV Giornata malato oncologico. Il Rapporto Favo

Tra visite, farmaci e viaggi la spesa out of pocket dei pazienti sfiora i 5 miliardi. Ma non solo, i lavoratori in età tra 55 e 64 anni e gli autonomi, nel 45,8% dei casi hanno perso da 6 mesi ad un anno di lavoro nel corso dell’ultimo anno. È quanto emerge dall’11° rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologi curato dalla Favo che punta il focus sull’assistenza ‘nascosta’ a carico dei malati. “Necessario e urgente un intervento legislativo che corregga discriminazioni e ineguaglianze di trattamento tra lavoratori subordinati ed autonomi”.

Approfondimento: Il Rapporto

Fonte: Quotidiano Sanità – 16 Maggio 2019


Osservasalute 2018. Boom cronici e non autosufficienti: spesa destinata a impennarsi

Il grande problema per il presente e per il futuro sono le cronicità che assorbono l’80% della spesa sanitaria. Destinata a impennarsi nel prossimo decennio la domanda per visite specialistiche, di giornate di degenza e di assistenza domiciliare. Siamo tra i Paesi più longevi ma anche con più anni da vivere con malattie croniche e disabilità: la speranza di vita in buona salute è peggiore che altri Paesi europei.

Approfondimenti: Il Rapporto; I Dati Regionali

Fonte: Quotidiano Sanità – 15 Maggio 2019


Rapporto Oasi 2018. Se ne è parlato oggi in Regione Lazio

Nel 2017 il Ssn ha segnato un lieve disavanzo contabile (282 milioni di euro, pari allo 0,2% della spesa sanitaria pubblica corrente), con le regioni del Centro-Sud che si dimostrano ormai virtuose quanto quelle del Nord. Il Lazio, per esempio, ha registrato un avanzo di 529 milioni e la Campania di 77.

Fonte: Quotidiano Sanità – 15 Maggio 2019


Qualità delle cure nell’ospedalità privata accreditata. Ricerca Aiop

Presentato oggi alla 55ª Assemblea generale dell'Aiop il “Rapporto sulla qualità degli outcome clinici nell’ospedalità privata”. La ricerca si basa sull'analisi di 19 indicatori di esiti delle cure degli ospedali privati accreditati messi a confronto con gli ospedali gestiti dalle Asl e le Aziende ospedaliere pubbliche. I risultati confermano la buona qualità complessiva delle cure ospedaliere offerte dai due comparti del Ssn, con una migliore affermazione del privato in 15 indicatori sui 19 selezionati da Agenas per la valutazione complessiva della qualità delle cure.

Approfondimento: Lo Studio

Fonte: Quotidiano Sanità – 10 Maggio 2019


Sicurezza cibernetica, nel 2018 gli attacchi in sanità sono cresciuti del 99% rispetto al 2017

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha presentato oggi la Relazione sull’attività svolta nel 2018.

Fonte: Panorama della Sanità – 7 Maggio 2019