Aziende ospedaliere, ASL

Oncologia: farmacista parte attiva del percorso terapeutico

Parte il 5 giugno la seconda fase del progetto Prof – nato dalla collaborazione tra l'Istituto tumori della Romagna Irccs e le Farmacie di comunità romagnole – finalizzato alla vigilanza e all’assunzione in sicurezza dei farmaci gestiti al domicilio dai pazienti oncologici. Giovedì 23 maggio farmacisti di tutta la Romagna hanno preso parte alla prima giornata di formazione.

Fonte: Quotidiano Sanità – 4 Giugno 2019


Il Google Earth del corpo umano

Alphenix 4D CT è il nuovo sistema di imaging che permette di eseguire insieme ecografia, angiografia e tac e integrare i dati. Una rivoluzione per gli interventi senza bisturi. Inaugurato allo Ieo di Milano

Fonte: La Repubblica – 16 Aprile 2019


Sdo 2017: 171 mila ricoveri in meno (-2%), migliora l’appropriatezza

Pubblicato il nuovo rapporto sulle Schede di dimissioni ospedaliere. Prosegue il trend del calo dei ricoveri che sia gli acuti che la riabilitazione che la lungodegenza. In discesa anche il tasso di ospedalizzazione così come i ricoveri inappropriati. Stabile il livello della mobilità interregionale con circa 800 mila cittadini che si vanno a curare fuori regione.

Approfondimento: Il Rapporto SDO 2017

Fonte: Quotidiano Sanità – 25 Marzo 2019


Integrazione ospedale-territorio. San Gerardo di Monza: nuovi percorsi di presa in carico

Sviluppati due nuovi percorsi che vanno nella direzione di una maggiore integrazione tra ospedale e territorio, il primo riguarda la presa in carico su misura per pazienti con infezione da virus dell’Epatite C, il secondo in questa fase prende in considerazione solo i tumori gastro enterici ma potrebbe essere sviluppato in futuro anche per altre forme tumorali.

Fonte: Quotidiano Sanità – 15 Marzo 2019


Fondazione Poliambulanza adotta UpToDate di Wolters Kluwer

L’Istituto Ospedaliero di Brescia è il primo in Italia a integrare UpToDate nella cartella clinica elettronica “Galileo” di Dedalus

Fonte: Data Manager – 13 Luglio 2018


Tumore seno. La breast unit di Poliambulanza ottiene certificazione europea “Eusoma”

La struttura è attiva dal 2012 e ogni anno gestisce oltre 400 pazienti. La coordinatrice Alessandra Huscher: “Siamo soddisfatti per il riconoscimento ottenuto dalla prestigiosa Società Scientifica. In Italia sono solo una ventina le Breast Unit accreditate.”

Fonte: Quotidiano Sanità – 3 Luglio 2018


Chirurgia. 100 robot nelle sale operatorie italiane. Primi in Europa insieme a Francia

Il nostro Paese è primo, a pari merito con la Francia, per il numero di robot in Europa. Utilizzati soprattutto per la chirurgia oncologica in ambito urologico, garantiscono una maggiore precisione da parte del medico e una riduzione dei giorni di degenza post-operatoria

Fonte: Quotidiano Sanità – 30 Maggio 2018


Premio Fiaso innovazione digitale in sanità a “TuttaSalute” dell’Asl di Taranto

Con “TuttoSalute” i cittadini hanno potuto beneficiare di un promemoria “ad personam” su dove, a che ora e con quali avvertenze (ad es. presentarsi digiuno) effettuare la prestazione. Nel 2017 il servizio è stato utilizzato da oltre 182mila assistiti ed ha contribuito ad abbattere del 10,6% le liste d’attesa. Il premio è stato assegnato nell'ambito del convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2018 promossa dal Politecnico di Milano.

Fonte: Quotidiano Sanità – 8 Maggio 2018


La presa in carico in ospedale: un concetto in via di definizione

Il concetto di 'presa in carico' è ampiamente diffuso nel campo dell’assistenza sociale. Anche in sanità alcuni settori di attività o professioni hanno dimestichezza con questa modalità di lavoro: infermieri, riabilitazione, disabilità, dipendenze patologiche, assistenza domiciliare, paziente fragile. È invece un concetto relativamente nuovo nell’assistenza ospedaliera per acuti.

Fonte: Quotidiano Sanità – 4 Aprile 2018


Sicurezza in Sanità, il “made in Piemonte” sbanca in Europa

Asl TO5, Csi Piemonte e Istituto superiore Mario Boella si aggiudicano un finanziamento europeo da un milione e 400mila euro con il nuovo progetto “Safecare” per la protezione delle infrastrutture critiche. L’obiettivo è garantire il funzionamento continuo e coordinato delle reti che presidiano il comparto sanitario.

Fonte: Corriere delle Comunicazioni – 9 Marzo 2018