ISTITUTI CLINICI MAUGERI

Un piano di investimenti chiaro e deciso: strumenti di pianificazione efficaci ed efficienti per raccordare tutte le fasi di diagnosi-cura-assistenza (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale – PDTA ) con le attività riabilitative, sistematizzando la costruzione del programma riabilitativo individuale.

Rinnovo completo dall’Accoglienza, alla Cura, Riabilitazione e Assistenza in più di 18 strutture, distribuite in 6 regioni italiane.
Un’impresa che ICSM (Istituti Clinici Salvatore Maugeri) ha deciso di intraprendere con Dedalus.
Un’impresa all’insegna della nuova architettura D4.

 

Paolo Migliavacca – CEO di ICSM

La digitalizzazione dei servizi ai pazienti e dei processi connessi sono stati tra i fondamenti del programma che ho voluto avviare dal momento in cui mi è stata affidata la Direzione Generale. Ho potuto contare sulla collaborazione di colleghi con vera motivazione, esperienza e capacità, una svolta nella gestione e nelle modalità operative di quello che è il “core” della struttura: la medicina riabilitativa.

Occorreva re- ingegnerizzare i processi e la gestione dei PDTA in un continuum of care, incrementare la qualità percepita ed effettivamente erogata, registrare gli outcomes, per poterli poi migliorare e promuovere i servizi al paziente.

Tutto questo ci ha portati ad individuare Dedalus come partner principale, sia perché in grado di offrire soluzioni  software che permettessero di uniformare l’approccio clinico, sia perché in possesso dell’expertise per integrare la strumentazione innovativa presente nelle nostre Palestre digitali.

In sintesi: il mio obiettivo è realizzare un sistema unico e dinamico per prendere decisioni, valutare percorsi in base a diagnosi e comorbidità, a partire da protocolli diagnostici e di terapia standardizzati, che vengono declinati secondo le effettive condizioni dei pazienti.

Tiziana Ranieri – Direttore Sanità Privata

Nella scelta di aderire al progetto altamente sfidante di ICSM abbiamo considerato l’interesse e la determinazione del Cliente verso soluzioni non comuni sul mercato e in totale sintonia con la nostra visione D4. Grazie ai colleghi di Delivery e R&S, professionisti con importanti skill sia nella progettazione, implementazione che sviluppo in sanità, stiamo realizzando in tempi serrati questo progetto che consentirà di dare visibilità della nostra architettura anche ad altri clienti.

ICSM è pertanto per Dedalus un importante cantiere della nuova Architettura D4 e delle sue componenti: A4H – C4H – P4C – C4C.

De Nardi CIO di ICSM

L’interoperabilità è alla base di questo progetto e la definizione di una semantica comune ne costituisce il mattone fondamentale. Inoltre, la presenza in 6 regioni, obbliga ad ottemperare alle regole di ciascuna, sia come nomenclatori che come processi di integrazione regionale.

D4 sta permettendo questa comunicazione tra codifiche, anagrafiche e prestazioni standardizzandole attraverso un unico “interprete”. Oggi si possono refertare a Pavia le TAC svolta a Cassano, si possono gestire meeting multidisciplinari coinvolgendo professionisti sul territorio che sono in grado di analizzare on line tutta la documentazione del paziente.

Stiamo lavorando anche per offrire servizi ai cittadini di ritiro referti, prenotazioni/pagamenti via totem e smartphone, la gestione dei percorsi fisici all’interno della struttura. La scelta di un’architettura a micro-servizi come quella D4 insieme alla retrocompatibilità con le “vecchie” soluzioni faciliterà la realizzazione di un progetto così ampio e complesso.

Grazie, un Case History che vale la pena seguire e approfondire step by step!